Category: Laser scanner

Utilizzare in sinergia BIM e Laser scanner, quali sono i vantaggi?

Realizzare un rilievo laser scanner e integrarlo con il BIM permette di superare i tradizionali metodi di progettazione con i CAD e di realizzare modelli più definiti, risparmiando anche in termini di tempo e costi.

Vediamo quali sono i vantaggi di utilizzare in sinergia BIM e Laser scanner e quali sono gli ambiti di applicazione.

Cosa sono BIM e laser scanner

Nei precedenti articoli abbiamo analizzato nel dettaglio il laser scanner e i suoi vantaggi. Il laser scanner è uno strumento per effettuare rilievi e creare, attraverso la nuvola di punti ottenuta dalla scansione, un modello digitale 2D o 3D estremamente realistico di oggetti e edifici complessi.

Il BIM, acronimo di Building Information Modeling, è una metodologia di lavoro che permette di realizzare un modello digitale dell’edificio. All’interno del modello sono contenute numerose informazioni riguardanti tutte le fasi della vita dell’edificio, dalla sua progettazione fino al suo smantellamento.

Utilizzati insieme BIM e Laser scanner danno vita al processo Scan to BIM, che permette di sfruttare la nuvola di punti ottenuta con il laser scanner per estrarre un modello BIM in cui inserire tutte le informazioni e i dati che la scansione ha fornito.

Perché è meglio realizzare il rilievo con il laser scanner

Rispetto ai processi tradizionali realizzare scansioni con il laser scanner è più vantaggioso per numerose ragioni:

  • È un processo più veloce, in cui è necessario visitare il sito solo una volta, riducendo la necessità di trasferte;
  • È più dettagliato e permette di ottenere molti più dati dalle scansioni;
  • La nuvola di punti che si ottiene dalla scansione può essere facilmente modificata, aggiornata e ottimizzata, per ottenere solo le informazioni necessarie al progetto.

I vantaggi dello Scan to BIM

Il processo Scan to BIM permette di ottenere un modello digitale, tridimensionale, accurato e ottimizzato dell’edificio, che:

  • Contiene tutte le informazioni per la realizzazione del progetto, relative alla posizione, ai materiali utilizzati, alla tipologia di componenti utilizzati (infissi, porte, ecc.) e anche alle fasi della vita dell’edificio, dalla sua progettazione fino al suo smantellamento;
  • È navigabile;
  • Può essere facilmente gestito in base al lavoro da svolgere.

I vantaggi dello Scan to BIM sono molteplici:

  • Permette di acquisire le condizioni reali dell’edificio e di avere una visione d’insieme del progetto;
  • Riduce il margine d’errore nelle diverse fasi di vita del progetto, in particolare nella modellazione e nella progettazione;
  • Garantisce maggiore qualità del progetto grazie alla notevole quantità di dati che si ottengono;
  • Diminuisce le tempistiche e di conseguenza i costi del progetto;
  • Migliora il lavoro in team, garantendo maggiore trasparenza e collaborazione, in particolare grazie all’utilizzo del BIM e del cloud per condividere informazioni.

Ambiti di applicazione dello Scan to BIM

Vediamo ora quali sono gli ambiti di applicazione dell’utilizzo integrato di BIM e Laser scanner:

  • Fase di progettazione, per comprendere meglio le condizioni del sito e prendere le decisioni giuste, riducendo in anticipo gli errori;
  • Fase di costruzione, per tenere traccia delle modifiche al progetto e controllare più velocemente e in modo efficace che non ci siano discrepanze tra modello digitale e edificio in costruzione;
  • Facility Management, con lo Scan to BIM si semplifica la gestione interna dell’edificio, ad esempio in caso di ristrutturazioni, emergenze e gestione degli impianti;
  • Lo scan to BIM è infine fondamentale nei restauri di edifici storici, nell’ampliamento di edifici preesistenti e nella creazione dei Digital Twin dell’edificio.

Perché si sente sempre più spesso parlare di integrazione tra BIM e GIS?

Il settore edilizio sta diventando sempre più evoluto. Questo grazie a nuove tecnologie e metodologie di lavoro come BIM e GIS, che utilizzate in sinergia possono portare numerosi vantaggi in ogni fase del progetto.

Vediamo cosa sono, i vantaggi dell’integrazione e gli ambiti di applicazione.

Che cos’è il GIS

Conosciamo ormai bene la metodologia BIM, che permette di realizzare un modello digitale dell’edificio ricco di informazioni riguardanti tutte le fasi della vita dell’edificio, e che insieme al rilievo laser scanner dà vita al processo Scan to BIM.

Il GIS, ovvero il Geographical Information System, in italiano Sistema Informativo Geografico, raccoglie i dati non sul singolo edificio ma sul territorio. È uno strumento che effettua analisi e rappresentazioni dello spazio e degli eventi che si verificano in esso, permettendo così una corretta gestione e pianificazione del territorio.

Entrambi gli strumenti si basano sui dati e la loro integrazione ha diversi scopi:

  • Fornire un contesto geospaziale dell’edificio (ad esempio pericolo di alluvioni, stato delle infrastrutture ecc.) per prendere decisioni migliori sull’intero progetto in ogni fase della sua vita (dai materiali, all’esposizione, manutenzione ecc.);
  • Avere in un unico posto i dati BIM e GIS dell’opera, come modello geometrico, schede tecniche, posizione, piani territoriali, dati catastali ecc.  
  • Realizzare un database unico ancora più ricco di informazioni, facilmente accessibile, sicuro e aggiornabile, in cui i dati GIS arricchiscono il modello BIM e il BIM arricchisce i sistemi informativi GIS.

Quali sono i vantaggi dell’integrazione tra BIM e GIS

È chiaro come l’utilizzo sinergico di BIM e GIS porti numerosi vantaggi, tra i quali possiamo elencare:

  • Avere un contesto più realistico per la progettazione delle opere;
  • Minore possibilità di errore in fase di progettazione;
  • Riduzione di tempistiche e costi di esecuzione del progetto;
  • Maggiore coinvolgimento e collaborazione tra i membri del team e maggiore interoperabilità;
  • Realizzazione di progetti più sostenibili e attenti al territorio. Le informazioni di GIS e BIM possono essere usate infatti per migliorare l’ottimizzazione delle risorse ambientali, il risparmio energetico, la sicurezza ecc.;
  • Possibilità di realizzare città intelligenti grazie all’utilizzo dell’IoT e della possibilità di connettere gli oggetti tra loro grazie al sistema condiviso di coordinate.

Infine, uno dei vantaggi principali dell’integrazione tra BIM e GIS è che sebbene esistano software per integrare i dati, in realtà ci sono numerosi strumenti già in nostro possesso per unire i dati ed evitare il costo dei nuovi software.

Tra questi troviamo:

  • L’utilizzo delle mappe Open Street Map;
  • L’utilizzo degli shapefile;
  • L’importazione dei terreni attraverso i Digital Terrain Map.

I settori di applicazione

Ci sono numerosi ambiti in cui l’unione di BIM e GIS può dare numerosi vantaggi, sia nel settore pubblico che in quello privato.

  • Può essere utilizzata efficacemente in fase di progettazione di un’opera, ma anche in architettura e in tutti i campi in cui è necessario tenere in considerazione la componente territoriale;
  • È necessaria anche per le infrastrutture di piccola o grande dimensione per ottenere un sistema cartografico completo, ad esempio di ponti, aree di sosta e di servizio ecc.;
  • Fondamentale è infine l’adozione per la Pubblica Amministrazione, che potrà gestire più efficacemente il territorio e arrivare anche a creare strutture per il controllo automatizzato delle pratiche edilizie.

Una delle applicazioni future dell’integrazione di GIS e BIM potrebbe ad esempio essere la realizzazione di un catasto delle opere pubbliche, che potrà essere collegato all’Archivio Nazionale Informativo delle Opere Pubbliche per monitorarne lo stato e valutare gli interventi da effettuare.

I vantaggi di effettuare rilievi con il laser scanner

Con il laser scanner è possibile realizzare modelli digitali 3D realistici e più precisi rispetto agli altri metodi, risparmiando tempo e denaro nella realizzazione del progetto. Vediamo come funziona e quali sono i vantaggi del rilievo laser scanner.

Cos’è il laser scanner e a cosa serve

Il laser scanner è una tecnologia che permette di realizzare velocemente un modello digitale 2D o 3D estremamente realistico di oggetti e edifici complessi.

Lo scanner funziona attraverso un emettitore di raggi laser collegato a un pc e a un software specifico. I raggi colpiscono l’oggetto in milioni di punti e tornano indietro con i dati relativi alle coordinate x, y e z dell’edificio rispetto allo scanner.

Il risultato della scansione è una nuvola di punti, ovvero un raggruppamento dei punti ottenuti dal laser che contiene numerose informazioni sull’oggetto, come le dimensioni, la posizione, i materiali utilizzati, il colore ecc.

Più il numero di punti scansionati è alto più la scansione sarà vicina alla realtà, per questo per ottenere una nuvola di punti più dettagliata possono essere necessarie più scansioni, che verranno unite automaticamente dal software in un’unica immagine.

Questa tecnologia trova infinite applicazioni in vari settori, tra cui:

  • Progettazione;
  • Ingegneria;
  • Facility management;
  • Tutela dei beni culturali.

Vantaggi del Laser scanner

Perché scegliere di utilizzare il laser scanner? Rispetto alle altre tecnologie per le rilevazioni topografiche il rilievo con laser scanner ha diversi vantaggi:

  • È più veloce, efficace e preciso dei rilievi fai da te e delle rilevazioni fotogrammetriche, in particolare su edifici verticali, strutture complesse o difficilmente accessibili;
  • Garantisce un elevato dettaglio dell’immagine acquisita grazie all’elevata quantità di dati che ottiene;
  • I punti rilevati hanno un diverso colore in base al materiale scansionato;
  • Può essere abbinato a metodologie di lavoro come il BIM per la creazione di oggetti 3D.

Anche nei risultati ottenuti dalla scannerizzazione il laser offre numerosi vantaggi, infatti permette di:

  • Analizzare lo stato di conservazione e degrado dei materiali;
  • Elaborare tutte le fasi del progetto;
  • Simulare interventi ed eventuali modifiche al progetto;
  • Realizzare presentazioni definite e mostrare ai committenti le diverse fasi del progetto, dagli avanzamenti nei lavori fino alle fasi finali dell’opera;
  • Gestire le diverse fasi in modo più efficace, minimizzando gli errori e risparmiando tempo e denaro.

Affidarsi a Overplan Studio per i rilievi laser scanner

Per realizzare un rilievo laser scanner che sia completo e di qualità bisogna affidarsi a esperti del settore, che possono offrire le competenze e gli strumenti adeguati per gestire al meglio i dati ottenuti dalla scansione e realizzare qualsiasi progetto.

Overplan studio è uno studio tecnico evoluto che realizza rilievi in tutti i settori, dalla progettazione alla materializzazione di elementi progettuali.

Il nostro team multidisciplinare garantisce un servizio completo, dal rilevamento dati fino all’elaborazione della nuvola di punti, offrendo un’analisi completa ed elaborata senza passare in gestione il progetto a terze parti.

en_GBEnglish